Meeting Italia-Cina sulla sicurezza stradale

Pubblicato il da kulturart

italia_cina.jpgCosì lontani, così vicini, parliamo di Italia e Cina, due paesi molto diversi tra loro, che però non da oggi portano avanti una precisa comunione di intenti e diversi protocolli d’intesa nel settore dell’automotive. L’obiettivo è lavorare assieme sulla mobilità alternativa e collaborare a nuovi progetti per la sicurezza stradale. Alla società Ita-China che cura da anni l'interscambio tra Italia e la grande potenza dell'estremo oriente, è pervenuta dalla direzione amministrativa dei trasporti pubblici dello Shanxi, una richiesta di incontro e scambio di informazioni sulla sicurezza stradale, in particolare quella autostradale, con l'Asaps di Forli (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale, ndr). Una delegazione di sei persone sarà in visita in Italia e in altri paesi d’Europa per una serie di colloqui che “mettano sul fuoco” principalmente tre questioni: le tecnologie adibite alla pulizia e scioglimento di neve e ghiaccio, la gestione dei sistemi di pagamento elettronico sulle autostrade e la gestione della sicurezza stradale e autostradale. Il settore automotive italiano non potrà che beneficiarne, sia in termini economici e politici con una serie di positive conseguenze per le imprese italiane (operanti ormai da anni in Cina in settori come l’ingegneria elettronica, la componentistica e la meccanica), sia perché conferma la giusta direzione intrapresa dalle aziende del nostro paese in tema di nuove politiche sulla mobilità e l'alto livello del "know-how" per la sicurezza in strada.

 


Condividi post

Commenta il post